Ancora residuati bellici in Lungomare Canepa

Si direbbe che il ricordo della terribile seconda guerra mondiale non debba mai affievolirsi, almeno qui a Genova, soprattutto nell’area portuale e vicinanze. E’ di oggi un ulteriore ritrovamento, avvenuto nel cantiere aperto nella strada a mare di San Pier d’Arena, di ben due proiettili inesplosi. Circa un mese fa ne era stato trovato un altro in un solaio di un edificio, sempre nella stessa via, e poi fatto brillare dagli artificieri del Genio Militare presso la cava del Monte Gazzo a Sestri Ponente. Quelli di oggi sono dello stesso tipo, non dei più grandi in uso a quel tempo, lunghi circa 70 cm ciascuno, per cui si ipotizza che siano stati sparati da cannoncini navali di medio calibro, molto meno distruttivi delle bombe d’aereo ritrovate a calata Bettolo, ma sicuramente micidiali in ogni caso se fossero esplosi a suo tempo. Non dovrebbero esservi interruzioni particolari del traffico, ma il sospiro di sollievo potrà comunque essere emesso solo a “cessato allarme”, tanto per usare terminologie che erano normali settanta anni fa. Ciò che è capitato alla nostra città, ed a molte altre nel mondo, dovrebbe essere di monito e di esempio per non ripetere oggi gli stessi errori del passato, anche se talvolta si direbbe che la storia sia stata dimenticata. Questi ritrovamenti servano almeno a farci riflettere attentamente.

Pietro Pero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.