Officine Sampierdarenesi: 5 punti per San Pier d’Arena

Riceviamo e pubblichiamo da “Officine Sampierdarenesi” il testo di un volantino che sarà distribuito in questi giorni ai cittadini. Nel volantino sono evidenziati cinque punti per il rilancio e la salvaguardia di San Pier d’Arena che saranno anche sottoposti ai candidati alle prossime elezioni comunali e municipai dell’11 giugno prossimo.

5 PUNTI PER SAN PIER D’ARENA

1) Sicurezza e vivibilità
– Circoli culturali: revoca licenze e impedire nuove aperture;
– Minimarket: esigere il rispetto ed il controllo dei provvedimenti su vendita alcol e limitazione nuove aperture con i “Patti d’area”;
– Sale slot: applicazione delle leggi e dei regolamenti locali contro il gioco d’azzardo;
– Promiscuità prostituzione abitazioni: presidio serale-notturno permanente in via San Pier d’Arena.
2) Infrastrutture e urbanistica
– Monitoraggio delle grandi opere cittadine e coinvolgimento attivo del territorio (Municipio, associazioni, cittadinanza): Nodo di San Benigno, Lungomare Canepa-Strada a Mare e Nodo ferroviario;
– Riassetto complessivo di viabilità, mobilità e sosta.
3) Riqualificazione urbana
– Rilancio del commercio di vicinato: applicazione “Patti d’area” su tutto il territorio sampierdarenese, defiscalizzazioni, scontistiche per aree di sosta;
– Monitoraggio del ”bando periferie” e coinvolgimento attivo del territorio: finanziamento di 24 milioni di € per Palazzo della Fortezza, mercato e piazza Tre Ponti, centro civico Buranello, ex deposito rimozioni di via San Pier d’Arena, magazzini del sale, ex biblioteca Gallino, mercato ovoavicolo del Campasso;
– Rigenerazione vuoti urbani
– Difesa delle eccellenze del territorio (ospedale Villa Scassi);
– Agenzia sociale per la casa: rilancio del patrimonio immobiliare esistente.
4) Ambiente e gestione rifiuti
– Contrasto alle discariche abusive: sollecitare e strutturare l’utilizzo della rete di videosorveglianza da parte di Polizia Municipale e Polizia Amministrativa di AMIU, cambio regole di conferimento all’isola ecologica, nuovi ecopunti;
– Manutenzione del verde: maggiori risorse economiche e umane, sostegno al volontariato;
– Riduzione inquinamento grazie anche all’elettrificazione banchine portuali;
– NO al polo petrolchimico sotto la Lanterna.
5) Patrimonio artistico-culturale
– Lanterna: valorizzazione ed estensione del parco della Lanterna;
– Teatro Modena: sostegno al Teatro dell’Archivolto;
– Polo scolastico: riqualificazione del più grande polo scolastico cittadino;
– Realizzazione di un polo universitario;
– Ville storiche, forti, creuze: valorizzazione con iniziative culturali;
– Sport: sostegno e supporto al progetto di riqualificazione dell’impianto sportivo Morgavi

3 comments for “Officine Sampierdarenesi: 5 punti per San Pier d’Arena

  1. BP
    12 aprile 2017 at 10:46

    Complimenti!
    Punti talmente validi, comprensibili e praticabili che dovrebbero essere estesi a tutte le zone (quartieri, circoscrizioni, delegazioni) della Città… per la quale, a dire il vero, date le condizioni di degrado generalizzato, le autorità “centrali” in carica non si sono date gran che da fare).
    Le “Officine Sampierdarenesi” con le loro richieste – che paiono necessarie e quasi ovvie – dimostrano che ci tengono davvero a RILANCIO e SALVAGUARDIA, a tal punto che offrono l’opportunità ai futuri Amministratori di pensare e provvedere in concreto al bene comune.

  2. ferdinando
    12 aprile 2017 at 17:09

    Basterebbe andare a Prà e vedere come è cambiata la delegazione, non sembra neppure di essere a Genova, dubito che qui possa succedere altrettanto, comunque bene ottimo programma speriamo…

  3. Luana
    13 aprile 2017 at 11:37

    Letto con interesse. Credo che qualsiasi lavoro di questo genere, che ha implicato sforzo e tempo, anche se non condiviso vada almeno letto. Grazie e bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *