Ascensore Cantore-Scassi: appena riaperto di nuovo fermo

Grandi speranze aveva suscitato la riapertura ieri, 23 aprile, alle 13, dell’ascensore Cantore-Scassi, essenziale per raggiungere l’ospedale Villa Scassi e collegare le zone collinari circonvicine alla principale arteria stradale sampierdarenese. Superato il controllo dell’Ustif (Ufficio Speciale Trasporti a impianti fissi), l’impianto era stato ieri ufficialmente rimesso in servizio dopo uno stop di circa nove mesi. Peraltro anche nel recente pre-collaudo si era registrato un imprevisto stop, poi superato. Stamane la situazione era quella raffigurata nella foto: cancello di accesso alla stazione inferiore di via Cantore chiuso con un catenaccio e con affisso un cartello improvvisato, stilato a mano con grafia naif: “Impianto momentaneamente fermo. Ci scusiamo per il disagio”. Un’ulteriore dolente nota: il servizio di mini-bus sostitutivo HS è stato soppresso ieri sull’onda dell’entusiasmo per il riavvio dell’impianto. Così i malcapitati che dovevano raggiungere corso Scassi si sono dovuti inerpicare per le scale dei giardini pubblici. Intorno alle dieci e un quarto l’ultima corsa di cui si ha notizia si era interrotta durante la fase di risalita. Tre minuti di panico per gli occupanti. Poi la ripresa momentanea e la liberazione. A quel punto AMT ha sospeso il servizio.
La vicenda dell’ascensore Cantore-Scassi è nota: dopo dieci anni di stop e una spesa di 5 milioni di euro parzialmente finanziati dalla UE, era stato integralmente ricostituito con una formula tecnologicamente innovativa a cremagliera. Inaugurato a fine febbraio 2017, già a giugno aveva cominciato a funzionare a singhiozzo per guasti tecnici sinora rivelatisi invincibili. A fine luglio, nove mesi fa, era intervenuto lo stop  ‘temporananeo’. Ora siamo di nuovo punto e a capo. Lo stop, però, è ‘momentaneo’.
Marco Bonetti

4 pensieri riguardo “Ascensore Cantore-Scassi: appena riaperto di nuovo fermo

  • 24 aprile 2018 in 14:18
    Permalink

    Come facciamo a fidarsi di questo ascensore ????

    Risposta
  • 24 aprile 2018 in 15:36
    Permalink

    Mi piacerebbe vedere tutti gli illustri politici che parteciparono sorridenti all’inaugurazione tornare assieme sul posto e spiegare qualcosa. Inizieranno il consueto scaricabarile: non è di mia pertinenza, arrivo fino dove la legge me lo permette, è di competenza di un altro ente….

    Risposta
  • 25 aprile 2018 in 14:48
    Permalink

    Tanto a fianco di questo c’è il secondo ascensore di riserva…., mentre al quartiere è più utile il servizio fornito con l’autobus.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.