“Don Quixote” chiude la Stagione d’Opera e Balletto del Teatro Carlo Felice

Commedia buffa “all’italiana”, esotismo zingaresco, un tocco spagnolo e virtuosismo estremo: questi gli ingredienti del balletto “Don Quixote”, su musica di Ludwig Minkus – ispirato ad un episodio marginale presente nel celebre romanzo di Miguel de Cervantes – in scena al Teatro Carlo Felice, dal 14 al 17 giugno. Protagonista la Compagnia del Teatro Accademico Statale dell’Opera e del Balletto “Rudolf Nureyev” (Ufa – Bashkiria – Federazione Russa), scelta per valorizzare l’anno della Cultura Russa in Italia, che quest’anno si realizza in ben 74 città italiane. La storia del Teatro Nureyev è relativamente recente, ma assai ricca di eventi creativi. La data ufficiale della fondazione risale al 1938, col nome di Teatro Statale della Repubblica di Bashkiria, con sede a Ufa, capitale della repubblica. La denominazione attuale viane assunta nel 1996, quando il Teatro viene intitolato a Rudolf  Nureyev, che qui iniziò la sua carriera di danzatore dopo aver terminato gli studi presso l’Accademia Vaganova di Leningrado. Negli anni ’60 inizia una fruttuosa collaborazione con Yuri Grigorovich, direttore artistico del Balletto del Teatro Bolshoi di Mosca e nel corso degli anni ’90, viene affidato ad Alexandr Grigorovich il riallestimento coreografico di diversi balletti tra cui il “Don Quixote”.  Attualmente la troupe è diretta da Leonora Kuvatova, Artista Emerita della Federazione Russa, già direttrice del locale Istituto Coreografico. Questa redazione di “Don Quixote”, non è una coreografia originale di Grigorovich, ma una rilettura, in chiave attuale, delle coreografie originali di Marius Petipa e Aleksandr Gorskij e delle successive modifiche apportate e tutt’ora in repertorio nel celebre Teatro moscovita. “Don Quixote” è probabilmente uno dei balletti più radiosi e allegri di tutto il repertorio classico; in sintonia con questa caratteristica, la redazione che Yuri Grigorovich ha concepito è piena di frizzante energia, con quelle soluzioni creative e quegli approcci tecnici che sono propri soltanto a Grigorovich.  Sul podio, a dirigere l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, il Maestro German Kim, Artista Emerito della Repubblica del Bashkortostan (Russia).

Intorno all’andata in scena del Balletto “Don Quixote” , verteranno le seguenti iniziative:

Lunedì 11 giugno, ore 17.30, Auditorium Eugenio Montale – Conferenza illustrativa “Don Quixote. Un esame in virtuosismo, gusto e personalità” a cura di Monica Rosolen – il collaborazione con Associazione Teatro Carlo Felice.

Venerdì 15 giugno, ore 18, Auditorium Eugenio Montale – Presentazione del volume “Grandi coreografie per i grandi balletti” a cura di Francesca Camponero – edizioni Gedi. Sarà presente l’Autrice.

Prima rappresentazione: Giovedì 14 giugno, ore 20.30

Repliche: Venerdì 15 (20.30) – Sabato 16 (15.30 – 20.30) – Domenica 17 (15.30)

gb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.