Piazza Vittorio Veneto, la giungla è servita

La realizzazione della nuova rotonda di piazza Vittorio Veneto a San Pier d’Arena ha suscitato non poche polemiche, è stata infatti del tutto eliminata l’aiuola precedente ed è stata sostituita con una rotonda in cemento, una sorta di monumento senza l’ombra di verde con un’unica piccola nota di colore data dal simbolo del quartiere seguito dal nome dello stesso. È anche vero che il verde preesistente non era in alcun modo curato e la stessa aiuola si era trasformata in una sorta di immondezzaio a cielo aperto. La dimostrazione che anche questa Amministrazione non dedica risorse alla cura degli spazi verdi e data dall’aiuola che si trova sempre in piazza Vittorio Veneto a pochi metri dalla rotonda appena rinnovata. È uno spazio verde che delimita un parcheggio ed è percorsa dalla parte della piazza da un marciapiede che, come si potrà notare dalla foto, è invaso completamente da rami di siepi mai potate, tutto il resto dell’aiuola è poi in stato di totale abbandono con rifiuti di ogni tipo, rami secchi e piante aggrovigliate fra di loro. Questo è un esempio di come in mancanza di capacità di gestione è forse meglio intervenire in modo più drastico, riducendo la parte verde e restituendo ai cittadini una piazza se non altro più pulita ed ordinata. Il nuovo Municipio tarda a palesare la propria presenza sul territorio ed i problemi che dovrà affrontare sono molti e ovviamente anche più gravi ed urgenti da risolvere ma vivere in un quartiere pulito è, crediamo, un diritto inalienabile e sacrosanto per cui è necessario ed urgente prendere provvedimenti.
Nicola Leugio

nicola leugio

Ambientalista, redattore del Gazzettino Sampierdarenese dal 2011

2 pensieri riguardo “Piazza Vittorio Veneto, la giungla è servita

  • 7 giugno 2018 in 14:35
    Permalink

    Condivido quanto affermato in questo articolo e aggiungo soltanto che purtroppo non solo Sampierdarena è in uno stato pietoso ma è tutta la città abbandonata al suo destino di degrado da Corso Europa a Voltri, salvo la nuova zona di Prà…

    Risposta
  • 10 giugno 2018 in 08:00
    Permalink

    Buongiorno, in merito alla giungla che imperversa nelle periferie di Genova, vorrei precisare che la zona di Albaro è tirata a lucido . Qualche settimana fa avevate pubblicato, una mia lamentela per la giungla che imperversa nella crosa di Salita Dante Conte volevo aggiornarvi, non solo tutto è rimasto tale e quale, anzi per dire la verità, è peggiorata la situazione e secondo me, qualcuno ha provato a risolvere il problema dando fuoco alle erbacce, riuscendo a spegnere per tempo, oppure qualcuno che stava fumando ha gettato la sigaretta appicando il fuoco ed è riuscito a spegnerlo per tempo naturalmente queste sono solo mie supposizioni, comunque, come sapete ho scritto al sindaco, che ha rimandato la responsabilità all’ufficio tecnico, che ha rimandato la responsabilità a quell’altro ecc… alla fine risponde Amiu adducendo alla scusa che non possono usare i diserbanti di conseguenza queste erbacce ricrescono velocemente dimenticandosi del fatto che, in questa crosa non ci mettono piede da più di anno …. non solo hanno detto che interverranno ma non hanno specificato come quando …. aspetto il Sindaco quello delle “risoluzioni” quello che va a picconare per leggergli la bibbia in tutte le lingue….

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.