Lavori “a muso duro” (zitti, incompetenti!)

Mentre stavamo fotografando, su segnalazione di alcuni cittadini, l’ennesimo cantiere per la posa della famigerata “fibra” la cui rete sta crivellando le strade di San Pier d’Arena e non solo, siamo stati apostrofati con fare brusco da un dipendente (o forse un responsabile, data la durezza dell’approccio) della ditta che sta eseguendo i lavori, in particolare nella parte di via Giovanetti che sfocia in via Cantore. “Ho visto che stava fotografando… c’è qualcosa che non va nel cantiere secondo lei?”, ci ha chiesto. Rispondiamo che stiamo fotografando per il Gazzettino, che non spetta certo a noi dire se il cantiere va bene o no, ma che la gente si lamenta per l’inesistenza di una regia che organizzi un turno accettabile, col risultato di avere strade spesso scavate poco dopo che è stato ripristinato l’asfalto, ecc. Gli facciamo anche presente che in via Rolando  pare sia dovuto intervenire un consigliere di municipio che passava per caso, altrimenti gli addetti che avevano rimosso i “sanpietrini” avrebbero rimediato coprendo con asfalto anziché ripristinare come in precedenza. Arrivano altri addetti al cantiere e ci dicono, sempre con una certa durezza quasi che temessero qualcosa,  che “è la politica che ha rovinato tutto”… brillante e sicuramente inedita affermazione! Ci dicono, proseguendo il discorso, che chi deve coordinare i lavori sta in Comune…. e noi facciamo presente che non siamo certo lì per dare addosso a loro, ma non sembrano convinti. La conversazione si conclude con la dichiarazione ad alta voce del più “seccato” che:  “troppi incompetenti passano, parlano, chiedono, criticano, segnalano, e farebbero meglio a star zitti” e lasciarli lavorare, aggiungiamo noi.

Morale della conversazione(deducibile dalle dichiarazioni di questi posatori di fibra): non solo i cittadini non devono rompere le scatole a chi lavora, ma devono anche evitare qualsiasi critica in corso d’opera in quanto incompetenti, e prendersela, casomai, solo ed esclusivamente con i politici e gli addetti in alto loco.

Abbiamo sommessamente cercato di dire che di denaro pubblico si tratta (cioè dei cittadini che loro vorrebbero zittire)  e che loro devono rendersi conto dei pesanti disagi ripetuti che subiscono i cittadini.  Diciamo come ci sia stato riferito che un camion in manovra avrebbe messo le ruote nello scavo, danneggiando un tubo dell’acqua e causando un’interruzione dell’erogazione del civico adiacente, ma il solerte personaggio ha seccamente negato tale accaduto, accusando anche di allarmismo eccessivo chi si era preoccupato. temendo che il mezzo rovinasse nel negozio. Sarà pure come dice lui, però  un idraulico stava lavorando proprio lì, chissà perché.

Conclusione: il caldo sicuramente aumenta l’insofferenza di chi è costretto a lavorare all’aperto, ma ci permettiamo di osservare che porre un’altra linea “fibra” quando già ce ne sono diverse possa essere eccessivo e che la gente avrà pure qualche diritto di sapere con che criterio si danno le autorizzazioni e se esista qualche mente eccelsa in grado di mantenere una regia accurata dell’opportunità di questi lavori, non semplicemente della loro calendarizzazione senza entrare in merito. Fissare una data sul calendario è cosa relativamente facile, mentre un po’ di intervento critico su che cosa si va a fare, sulla sua effettiva necessità e sullo stato previo delle strade forse aiuterebbe molto ad evitare questi problemi. Chiediamo troppo?

Pietro Pero

 

Un pensiero riguardo “Lavori “a muso duro” (zitti, incompetenti!)

  • pietro
    14 agosto 2018 in 08:15
    Permalink

    tanto per la cronaca: la ditta ha proseguito con lo scavo verso via Cantore, ed incontrato i “sanpietrini” posizionati come strisce pedonali, li hanno rimossi, scavato, e coperto con asfalto. Adesso vedremo se dopo queste festività ferragostane ripristineranno i sanpietrini, altrimenti sarà il caso che qualcuno in Municipio intervenga pesantemente. Grazie.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.