Sant’Agostino della Cella 2018: centotrent’anni della Madonna dell’Olivo

Sant’Agostino della Cella si presenta quest’anno alla sua sesta edizione proponendosi sempre più come appuntamento atteso dai sampierdarenesi e non solo. Come sempre sarà seguito il profilo prettamente culturale (storia, arte, architettura e fede) rivolto sia al complesso della Cella sia al territorio di San Pier d’Arena. Tra gli elementi che caratterizzeranno questa edizione, vi sarà come tema centrale quello della ricorrenza dei centotrent’anni trascorsi da quando l’opera del sampierdarenese Nicolò Barabino, la Madonna dell’Olivo, fu realizzata e collocata, in data 21 ottobre 1888, nella cappella di testa, a sinistra dell’altare maggiore, della chiesa di Santa Maria della Cella. Come sempre nel corso delle giornate della manifestazione (dal 10 al 18 novembre), si alterneranno vari eventi: mostre, conferenze, musica, visite guidate, percorsi di arte e di storia. Per il dettaglio v’invitiamo a prendere visione del programma disponibile sulla pagina facebook.com/AmiciDellaCella/ o accedendo alla pagina “eventi ” del Municipio II. Quest’anno, in particolare, segnaliamo il coinvolgimento degli studenti della Scuola Media Statale N. Barabino con il concorso “Santa Maria della Cella negli occhi di un ragazzo”, mentre gli allievi del Liceo Classico e Linguistico Statale G. Mazzini daranno vita a un Itinerario di storia e di arte interpretando personaggi legati alla chiesa della Cella.

Il giorno di inaugurazione sarà sabato 10 novembre alle ore 15,30 presso la sala capitolare della chiesa di Santa Maria della Cella: si accede da vico Aporto1 essendo la chiesa chiusa a quell’ora. Come sempre, tutta la cittadinanza sampierdarenese – e non solo – è invitata!

Per informazioni: e-mail miro91@alice.it – 3406071985 – 3497801818

Mirco e Rossana

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.