Proseguono gli incontri al liceo classico e linguistico G. Mazzini


Venerdì 22 febbraio nell’Aula Magna della sede in via Reti 25, dalle 11.30 alle 13.00, il Liceo Classico e Linguistico Statale “G. Mazzini” di Genova ospita l’incontro con Antonio Andreotti (nella foto), direttore del personale, organizzazione e sistemi informativi Iren SpA, che interverrà sul cambiamento dell’organizzazione del lavoro e dei sistemi informativi. Oggi i giovani fanno fatica ad immaginare il loro futuro mentre gli esperti sostengono che il lavoro cambierà significativamente nei prossimi anni. In che modo cambierà? Può un giovane prepararsi a questi cambiamenti? Che consigli dare a un liceale in procinto di entrare nel mondo del lavoro? Quali mutamenti lo condizioneranno di più? Come inciderà la trasformazione digitale nel mondo delle aziende?
A queste e ad altre domande proverà a rispondere Antonio Andreotti.
Diplomato nel 1978 al Liceo Classico Mazzini, dopo la Laurea in Lettere antiche, Antonio Andreotti ha iniziato la carriera in A.M.G.A. (l’allora Azienda Municipalizzata Gas e Acqua) accompagnandola nella trasformazione in Società per Azioni e alla quotazione in borsa. Oggi è Direttore Personale, Organizzazione e Sistemi Informativi
di IREN S.p.A., Società quotata con oltre 6.000 dipendenti su 5 siti principali. Lo scorso 31 maggio 2018 Andreotti è stato premiato come Direttore Risorse Umane dell’anno nella categoria riservata alle aziende di Produzione e Distribuzione Energia Elettrica. Nel corso della mattinata verrà consegnata la borsa di studio intitolata alla memoria della professoressa Luisa Ghigliotti, vicepreside per molti anni del Liceo Mazzini, offerta dalla famiglia per ricordare la sua figura e il suo particolare legame con l’istituto. Inoltre saranno consegnati i riconoscimenti ai cinque studenti che hanno conseguito il diploma l’anno scorso con la votazione di 100/100 e l’attribuzione della lode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.