Duplice dramma della gelosia: tutti i particolari al Teatro Carlo Felice dal 24 al 30 maggio

“Cavalleria rusticana” e “Pagliacci”, il classico dittico verista su musiche, rispettivamente, di Pietro Mascagni e Ruggero Leoncavallo, torna al Teatro Carlo Felice, dopo l’ultima rappresentazione del 2007, a partire da venerdì 24 alle ore 20.00, con repliche fino al 30 maggio. Una schietta vicenda di passione, gelosia e tradimento, ambientata in un paesino della Sicilia di fine ‘800, che si conclude con un delitto d’onore, nel contesto di una musica dalla forte passionalità, con una melodia prevalente sull’accompagnamento, unitamente ad un canto appassionato, che non mancarono di essere considerati elementi di una solare “individualità etnica”: questa è “Cavalleria rusticana”, tratta dall’omonima novella di Giovanni Verga, rappresentata per la prima volta il 7 maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma, registrando un clamoroso e folgorante successo, suggellato da ben sessanta chiamate. Due anni dopo, il 21 maggio 1892 al Teatro dal Verme di Milano, andò in scena per la prima volta, “Pagliacci”, opera possente di rara intensità espressiva, una “Cavalleria rusticana” ancora più cruda e brutale, con in più un conflitto quasi pirandelliano tra teatro e vita, dove i pagliacci, protagonisti della vicenda, sono condannati a far ridere in una situazione altamente drammatica. Le armonie ruvide, brusche, e le sgangherate melodie da fiera evocano un contesto sociale squallido, popolato da soggetti emarginati ed infelici. Due opere gemelle, da sempre accoppiate, con protagonista un’umanita “vinta” tipicamente verghiana. Sul podio, a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Carlo Felice (preparato da Francesco Aliberti), sarà l’abile bacchetta di Paolo Arrivabene (24-25-26) che si alternerà con Giuseppe Finzi, altro direttore della nuova generazione. In una coproduzione fra il Teatro Carlo Felice e la Fondazione Maggio Musicale Fiorentino, questo nuovo allestimento, vede la regia di “Teatrialchemici” dei siciliani Luigi Di Gangi e Ugo Giacomazzi, le scene realizzate da Federica Parolini, i vistosi costumi di Agnese Rabatti e le luci firmate da Luigi Biondi. Due validissimi cast si alterneranno nelle varie recite. Personaggi ed interpreti in “Cavalleria rusticana”. Santuzza: Sonia Ganassi e Valentina Boi (25-28-30) – Turiddu: Diego Torre e Rubens Pelizzari (25-28-30) – Alfio: Gevorg Hakobyan e Sergio Bologna (25-28-30) – Lola: Giuseppina Piunti – Mamma Lucia: Carlotta Vichi. Personaggi ed interpreti in “Pagliacci”. Nedda: Donata D’Annunzio Lombardi e Angela Nisi (25-28-30) – Canio: Diego Torre e Rubens Pelizzari (25-28-30) – Tonio: Carlos Alvarez e Sergio Bologna (25-28-30) – Peppe: Matteo Roma e Manuel Pierattelli (25-28-30) – Silvio: Francesco Verna. Repliche: sabato 25, ore 15.30 – domenica 26, ore 15.30 – martedì 28, ore 15.30 – mercoledì 29, ore 20.00 – giovedì 30, ore 20.00.

gb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.