L’Arma dei Carabinieri commemora Battaglini e Tosa

Da quel 21 Novembre 1979 i Carabinieri di San Pier D’Arena non hanno mai smesso di ricordare i due commilitoni uccisi in via G.B. Monti dalle brigate rosse. Il Maresciallo Vittorio Battaglini ed il carabiniere scelto Mario Tosa avevano appena lasciato in auto di servizio la caserma di Corso Martinetti e si apprestavano ad effettuate il consueto servizio di pattuglia. Ignoravano che i terroristi criminali li attendevano conoscendo le loro possibili mosse in quanto avevano da tempo effettuato appostamenti in zona, dunque erano al corrente che il servizio solitamente era preceduto da un caffè al bar sito in fondo a via G.B Monti. Appena scesi, i due militi venivano raggiunti da numerosi colpi alle spalle senza aver la minima possibilità di difendersi, e cadevano mentre gli assassini si dileguavano. Successivamente questi sarebbero poi stati individuati e colpiti nel covo di Via Fracchia in Oregina. I cosiddetti “anni di piombo” facevano vivere alla città di Genova ed all’Italia un’altra tragica pagina di sangue, in un periodo in cui persero la vita magistrati, carabinieri, poliziotti, l’operaio Guido Rossa e numerosi dirigenti e giornalisti furono gambizzati, anche poco lontano da dove avvenne questo fatto di sangue. La mattina del 23 Novembre 2019, nella caserma di Corso Martinetti, si è svolta la solenne cerimonia di commemorazione dei due militi insigniti di medaglia d’oro al valor civile nel quarantesimo anniversario dell’eccidio. Ai massimi livelli la partecipazione delle autorità: il Comandante Generale dell’Arma, Giovanni Nistri, il Comandante Regionale, il Prefetto, il Questore, il Sindaco Bucci, il Procuratore della Repubblica Cozzi, la senatrice Pinotti, numerosi alti ufficiali delle varie armi ed una qualificata rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, in particolare della sezione di San Pier D’Arena intitolata proprio al Carabiniere Mario Tosa e presieduta dal Luogotenente Orazio Messina. Dopo la deposizione solenne della corona davanti alle immagini dei due carabinieri caduti ed il breve saluto del Sindaco e del comandante Regionale, ha preso la parola il Generale Giovanni Nistri, il quale ha sottolineato come l’Arma non dimentichi mai i suoi caduti e sia sempre vicina alle famiglie. Il sacrificio di Battaglini e Tosa rappresenta, assieme a quello di molti altri rappresentanti delle forze dell’ordine, un forte segno di quale sia la dedizione e lo spirito di sacrificio che spinge persone normali come tutti noi a vestire una divisa ed a mettere a repentaglio la propria vita a servizio della collettività. Questi, assieme a molti altri, sono i valori fondanti della nostra nazione, e costituiscono un grande esempio per le future generazioni nonché una grande speranza.

Pietro Pero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.