Pedestribus, la guida a otto facili percorsi escursionistici sulle alture, nei territori dei nove Municipi

Da lunedì 20 luglio è scaricabile liberamente da internet la guida Pedestribus nata dalla collaborazione tra Comune di Genova, Amt,Cral Amt, Cai (Club Alpino Italiano) e Soccorso Alpino, che ha geolocalizzato i percorsi al fine di poter effettuare eventuali interventi di soccorso nel minor tempo possibile. I percorsi sono stati scelti e indicati dalle sezioni e sottosezioni del Cai e dalla sezione Montagna del Cral Amt, grazie alla loro consolidata esperienza anche nell’outdoor urbano. L’obiettivo è promuovere il territorio e l’escursionismo a due passi dalla città proponendo percorsi alla portata di tutti utilizzando i piedi e i bus, da qui il nome Pedestribus. Sono per la prima volta raccolte e presentate in una guida di 56 pagine, otto semplici proposte escursionistiche (classificate T o E) nel territorio del Comune di Genova. Tutti i punti di partenza e di arrivo dei percorsi sono collegati con i bus o con la ferrovia Genova Casella e gli altri mezzi Amt (funicolari, cremagliera). Il progetto presenta un itinerario per ogni Municipio, con l’unica eccezione del percorso ad anello dell’Acquedotto storico che abbraccia sia la bassa sia l’alta Valbisagno. Forti, trincee, neviere, chiesette, borghi rurali, grotte: sono tante le testimonianze storiche che si affiancano ai panorami e alla ricchezza naturalistica dell’entroterra genovese. Genova, conosciuta come città di mare, ha un entroterra montuoso cha arriva al crinale appenninico che arriva ai mille metri ed è tutto da conoscere. Anche per rispetto dell’ambiente e in vista di ulteriori percorsi da aggiungere, la guida sarà solo in versione digitale. Gli uffici di Amt, che hanno curato la parte grafica, stanno preparando una versione in inglese. Ecco gli otto itinerari proposti: San Carlo di Cese – Colle Gandolfi- Monte Pennello, a cura di CAI ULE Sestri Ponente; Alta Val Chiaravagna, a cura di CAI ULE Sestri Ponente; Anello dell’Asosto di Bigiae, a cura di CAI Bolzaneto; Sampierdarena – Forte Diamante, a cura di CAI Sampierdarena; Anello escursionistico Granarolo – Righi, a cura di CAI Ligure Genova; Anello dell’acquedotto storico del forte Diamante, delle trincee e delle neviere, a cura di CAI ULE Genova; Forti Orientali, a cura di CAI Ligure Genova; Quarto – Pomà – San Desiderio, a cura della sezione Montagna CRAL AMT; Alla scoperta dell’entroterra con la ferrovia Genova Casella, a cura della sezione Montagna CRAL AMT.

Fulvio Majocco

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.