Errato utilizzo delle corsie di canalizzazione: il Comune sospende la rilevazione delle infrazioni. Annullati i verbali di accertamento

Riceviamo questo comunicato dall’Ufficio stampa del Comune di Genova che pubblichiamo volentieri, soprattutto per i nostri lettori che in questi ultimi tempi hanno ricevuto sanzioni a causa dei famosi semafori “intelligenti”.

Il Comune di Genova ritiene opportuno sospendere temporaneamente la rilevazione da remoto delle infrazioni per l’errato uso delle corsie di canalizzazione, a seguito di alcune anomalie relative alla segnaletica orizzontale tracciata sulle intersezioni interessate. L’Amministrazione, giudicando doveroso agire a tutela della cittadinanza, considera quindi necessario procedere d’ufficio all’annullamento dei verbali di accertamento, limitatamente ai soli casi di contestazione di uso non corretto delle corsie di canalizzazione. L’annullamento d’ufficio riguarderà tutti i verbali non ancora notificati o, se notificati, non ancora pagati e per i quali non sia ancora decorso il termine di 60 giorni per proporre ricorso, e opererà in modo automatico. La cittadinanza interessata non dovrà quindi rivolgersi ai competenti sportelli della Polizia Locale. Per quanto concerne i cittadini che hanno già provveduto al pagamento delle sanzioni, l’amministrazione comunale è al lavoro per trovare una soluzione che preveda l’annullamento e la relativa restituzione dei punti sulla patente di guida. La regolarità e conformità alla normativa vigente dei dispositivi di rilevazione elettronica delle infrazioni posti a presidio delle intersezioni risultate più pericolose non risulta in ogni caso compromessa, avendo anzi portato a conseguire un netto calo dei tassi di incidentalità a beneficio della sicurezza della circolazione. Rimangono quindi confermate tutte le sanzioni relative alle condotte di passaggio con il semaforo rosso e all’arresto del veicolo oltre la striscia d’arresto, per le quali si continuerà a procedere alla rilevazione in automatico e alla notifica dei relativi verbali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.