San Pier d’Arena immersa nella caligo

Sembrano emergere da un’atmosfera sulfurea d’Oltretomba solo le punte della Lanterna e del Matitone. Come si vede in questa istantanea, colta il 25 febbraio alle 8:45 dalle alture di Granarolo, così si presentavano nel primo mattino, per l’inusitato fenomeno della caligo, il simbolo storico di Genova, il faro più alto del Mediterraneo (117 metri sul livello del mare: 77 di torre e 40 dello sperone roccioso su cui si erge) e il grattacielo più alto della città (109 metri),due emergenze architettoniche dello ‘skyline’ della Superba che si trovano, a poca distanza, nel nostro Municipio Centro-Ovest. Nonostante l’altezza, sono rimasti del tutto coperti o quasi da un fitto strato di nebbia, così come i quartieri di San Pier d’Arena e San Teodoro, dal pomeriggio del 24 febbraio sino alle prime ore del mattino del 25. Un segno dei perturbati livelli climatici ed ambientali degli sconvolti tempi attuali?
Marco Bonetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.