Ranieri-Samp slitta l’appuntamento per il rinnovo del contratto

Prima la salvezza poi il futuro: Ranieri aspetta segnali da Ferrero

Il tema centrale che tiene banco in casa Samp è sicuramente il rinnovo del contratto di Ranieri. Però l’appuntamento tra il mister romano e il presidente Ferrero continua ad essere rimandato. Questa attesa non sembra rappresentare un ostacolo per Ranieri il quale, in tutte le interviste, ha dichiarato che il rinnovo non è un problema e che aspetta solamente una chiamata da parte del numero uno di corte Lambruschini per iniziare a progettare la prossima stagione.

Rinnovo ma a cifre ridotte?La volontà sembra comunque essere quella di andare avanti insieme, quel che è certo è che Ranieri dovrà venire incontro a Ferrero riguardo le cifre: infatti attualmente l’allenatore romano percepisce 1,8 milioni a stagione, troppi per le casse della Samp che punta ad abbassare il monte ingaggi, tendenza peraltro presente in tutte le altre società di calcio. Ferrero vorrebbe offrire a Ranieri 1,5 milioni a stagione in modo da rientrare nei parametri.

Ranieri va convinto sulla bontà del progetto e avrà bisogno di garanzie. Ma il nodo non sembra tanto essere costituito dalle cifre o dalla durata del contratto per il quale, comunque, si può trovare un punto d’incontro. Il problema potrebbe sorgere su un altro aspetto: ovvero il progetto inteso come obbiettivo stagionale, anche perché Ranieri ambisce a qualcosa di più che il galleggiamento in serie A. Ovviamente un eventuale piazzamento diverso dalla salvezza passa anche attraverso arrivi e partenze perché, e qui rischiamo di ripeterci ed essere monotoni, se vendi sempre i pezzi pregiati ogni anno non puoi aspirare ad una crescita e non puoi ambire ad altri traguardi se non quello della salvezza (che per la Samp è l’obiettivo minimo richiesto).

Un ultimo aspetto da considerare saranno invece gli stimoli di Ranieri, perché è vero che l’allenatore ha sempre detto di stare bene a Genova e che sarebbe disposto a continuare la sua avventura sulla panchina della Samp, ma molto dipenderà da come si concluderà la stagione. E gli stimoli che avrà il tecnico a continuare in blucerchiato.

Se ne discuterà comunque a salvezza raggiunta da quanto filtra dall’ambiente Samp per non destabilizzare la squadra, che ha un buon margine sulla zona retrocessione ma 30 punti non bastano ancora per sentirsi a tutti gli effetti salvi.

Mattia Gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.