Consiglio Municipale il 22 agosto per eleggere il presidente e, intanto, Davide Rossi si candida come Commissario

(foto di Fabio Bussalino) Martedì 22 agosto, alle 14,30, è convocato nel salone Roberto Baldini nel Civico Palazzo di via San Pier d’Arena 34, il Consiglio Municipale con all’ordine del giorno la nomina del Presidente del Municipio. Questo “consiglio agostiano” ha suscitato molte polemiche nelle file del centro destra e in quelle del Movimento 5 Stelle che hanno subodorato nella scelta del consigliere anziano Fabrizio Maranini del Pd una strategia per far votare a maggioranza numerica la candidata presidente Monica Russo, sfruttando le assenze di molti consiglieri ancora in vacanza e lontani dalla città. Fabrizio Maranini, consigliere anziano e autore della convocazione del Consiglio del 22 agosto, difende la sua scelta attraverso questo comunicato: “Vista la situazione che si sta delineando, anche con l’anticipazione di nomi dell’eventuale futuro Commissario, quantomeno affrettata e non rispettosa sia dell’autonomia del Consiglio Municipale sia del discernimento del Sindaco in caso di commissariamento, considerate le richieste pervenute da alcuni consiglieri, ritengo un dovere morale e istituzionale convocare un Consiglio di Municipio per verificare se i consiglieri eletti e in carica vogliono esercitare il loro mandato ed evitare, alla scadenza dei sessanta giorni dalla loro nomina, lo scioglimento del Consiglio e la nomina di un Commissario di Palazzo Tursi. Si tratta di rispetto degli elettori del Centro Ovest e del ruolo dei Consiglieri Municipali. Non si tratta di favorire questo o quel partito o di favorire questo o quello schieramento. Si tratta di rispettare la rappresentanza del territorio di San Pier d’Arena e San Teodoro così come votata dagli elettori e il ruolo del Municipio come l’istituzione più vicina ai cittadini. Stiamo entrando in un periodo nel quale verranno prese importanti decisioni sull’uso delle banchine portuali lasciate libere dal carbone e dalla centrale elettrica, già pesante servitù per San Pier d’Arena e San Teodoro non certo sostituibile da un petrolchimico o più depositi di prodotti petrolchimici. È importante che il Municipio porti la voce dei cittadini sulle decisioni relative ai grandi cantieri stradali e ferroviari, sul tema dell’accoglienza, della sicurezza e dell’integrazione degli stranieri. Sui venditori abusivi che dopo la chiusura del mercatino di corso Quadrio vengono segnalati in via San Pier d’Arena.
I cittadini di questa parte di città meritano di essere rappresentati dai Consiglieri che hanno eletto l’11 giugno e che sono l’espressione democratica delle diverse forze presenti sul territorio. I consiglieri si assumano la responsabilità di consentire al Municipio di svolgere le sua attività istituzionale oppure di rimandare i cittadini alle urne dopo il periodo di commissariamento”.
Intanto Davide Rossi, ex capo gruppo in Municipio della Lega ed attuale consigliere comunale si candida per il ruolo di Commissario al Centro Ovest: “Piazza Settembrini, piazza Modena e piazza Masnata nottate da incubo, sono decine le telefonate arrivate al sottoscritto di cittadini esasperati, impossibilitati a dormire per urla, calci alle serrande dei negozi, bottiglie spaccate e principi di rissa. La cittadinanza lamenta l’ennesimo stato di abbandono istituzionale del quartiere, a maggior ragione con lo stallo in cui versa il Municipio. Dopo tanti anni di opposizione dura e propositiva all’interno del Municipio Centro Ovest in qualità di capogruppo della Lega proposi centinaia di documenti con ipotetiche soluzioni da trovare per risolvere non solo il problema degli assembramenti molesti e di ubriachezza nel quartiere ma anche azioni di rilancio dello stesso… Sono pronto a riproporle oggi da Consigliere Comunale e dò la disponibilità a farlo eventualmente da Commissario del Municipio, sono l’ unica persona, se lo statuto del Comune non lo vietasse, che conosce le problematiche del quartiere e potrebbe tentare di sanarle in modo condiviso e sopra le parti insieme a Civ ed associazioni, con la Pro Loco locale in testa. Occorre oggi passare alla concretezza, serve posizionare il mirino del rilancio della città nel Centro Ovest”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.