Acceso l’albero di Natale in Largo Gozzano

Una buona presenza di cittadini, molti commercianti che hanno organizzato un buffet per i presenti, la banda di Pegli che ha fatto il giro di buona parte di San Pier D’Arena scortata dai membri dell’Associazione Nazionale Carabinieri, i rappresentanti del Municipio Falcidia, Gaglianese e Patrocinio con alcuni consiglieri, il Sindaco Marco Bucci con l’assessore Bordilli ed il Governatore Giovanni Toti, questa la platea di un bel momento organizzato dal Comune di Genova anche nella nostra Municipalità, oltre che in tutte le altre. Pochi minuti dopo le 20, subito dopo brevi indirizzi di saluto del presidente Falcidia, del Sindaco Bucci e del Governatore Toti è stato acceso l’abete che è stato donato dal Comune di Santo Stefano D’Aveto. Era da molto tempo che qui da noi non si assisteva ad un evento del genere, e la soddisfazione era palpabile in tutti i presenti. Abbiamo colto l’occasione per porgere alcune domande sia al Sindaco che al Presidente della Regione, ma la premessa è stata ricordare loro che nel 2021 il Gazzettino festeggerà ben cinquant’anni di ininterrotte pubblicazioni. Entrambi ci hanno assicurato l’appoggio alle iniziative che metteremo in campo, convenendo con noi che un tale traguardo rappresenta sicuramente un record per questo tipo di pubblicazioni, senza sostegni pubblici e solo con il supporto della pubblicità, dei commercianti e l’affetto di lettori e cittadini sampierdarenesi. Bucci ha voluto sottolineare come a San Pier D’Arena siano in corso grossi investimenti e diversi cantieri siano aperti, senza tuttavia menzionare che la gran parte di questi fondi derivano dal bando delle periferie al quale la precedente giunta ha concorso con successo. In ogni caso, ha ricordato Bucci, ogni parte della città è padrona del proprio destino e non deve restare immobile in attesa di chissà quali interventi dall’alto. Anche Toti ha ribadito con forza l’assoluta parità di trattamento per ogni municipio, senza preferenze particolari, considerando ogni parte di Genova assolutamente fondamentale. Entrambi hanno comunque insistito molto sull’importanza di una municipalità come la nostra, dato che Genova ha di fatto non un solo centro, ma diversi punti focali, ognuno dei quali degno di rispetto ed ascolto. Ci siamo permessi di ricordare ad entrambi come il sostegno al commercio di prossimità sia un punto imprescindibile per questo sperato recupero della funzione di Genova, anche in omaggio alla storia che contraddistingue il nostro passato. L’augurio espresso da tutti è dunque che San Pier D’Arena possa ritrovare un tempo di prosperità e pace sociale, e che i gravi problemi che recentemente l’hanno colpita in modo particolare possano diventare un volano per la ripresa nella

quale tutti vogliamo e dobbiamo credere.

Pietro Pero

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-1024x473.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.