Non acqua o gas, ma “teleriscaldamento”

cantiereCe lo hanno confermato i tecnici da noi intervistati in cantiere stamattina: non si tratta né di tubi del gas, né dell’acqua obsoleti, bensì della rete di “teleriscaldamento” che viene installata e completata da Iren assieme ad altre società specializzate. Il cartello che abbiamo fotografato è abbastanza chiaro, e spiega come i lavori siano parte di un programma (2016-2019) che include anche la città di Torino, a cui Iren fa ormai capo e riferimento. Da giorni la gente si chiedeva per quale motivo il cantiere sia stato aperto in questo periodo e non in agosto, quando il traffico era meno della metà, e la risposta dei tecnici è stata: “la gente ha ragione, ma…” allargando le braccia ci hanno lasciato intendere che chi programma questi interventi non si cura poi molto delle reali problematiche della popolazione. “In ogni caso entro mercoledì prossimo sarà tutto finito” ci ha assicurato un responsabile del cantiere. Supponiamo pertanto che per l’apertura delle scuole e relativo aumento di traffico le cose siano normalizzate. Speriamo sia vero. Un ringraziamento al nostro lettore, di cui abbiamo pubblicato la lettera qui on line, per averci espresso il suo pensiero e segnalato il problema per il traffico.

Pietro Pero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.