Giovedì 29 dicembre l’inaugurazione dell’ascensore Cantore-Scassi

Giovedì 29 dicembre sarà inaugurato l’ascensore che collega via Cantore con corso Scassi. Alle 11 del mattino ci sarà una visita riservata alla stampa. Tutta la stampa genovese, tranne il Gazzettino Sampierdarenese che non ha ricevuto nessun invito, né una mail, né un comunicato stampa dal Comune di Genova e dal Municipio Centro Ovest. Forse una piccola dimenticanza. Oppure il ritenere il Gazzettino Sampierdarenese una testata giornalistica che non merita l’attenzione di assessori comunali, municipali e relativi uffici stampa. Peccato che forse queste persone non sanno che il nostro giornale esce da quasi cinquant’anni e il nostro sito web è visitato ogni giorno da tantissimi lettori. Peccato perché il nostro giornale ha pubblicato moltissime cose sui lavori del Por, cercando di approfondire le notizie con studi accurati, seguendo l’avanzamento dei lavori e vivendo sulla nostra pelle, con l’impossibilità di mantenere la redazione negli uffici di via Cantore nell’ex biblioteca Gallino, i disagi e i fallimenti del progetto Por. Per correttezza nei confronti dei nostri lettori pubblichiamo la notizia riportata sul sito del Comune, sottolineando che i lavori previsti dal P.O.R (Il Programma operativo per l’utilizzo del Fondo europeo per lo sviluppo regionale – P.O.R. – F.E.S.R.- per il periodo 2007-2013, predisposto dalle varie regioni al fine di sostenere la competitività dell’economia locale e di consolidare la coesione economica, sociale e territoriale) prevedeva queste realizzazioni:
1) Riqualificazione di via Buranello
2) Riqualificazione di via Daste – 1° Lotto
3) Riqualificazione di piazza Vittorio Veneto
4) Riqualificazione di via Chiesa
5) Riqualificazione di via Cantore
6) Incremento servizi nel palazzo del Municipio
7) Realizzazione di un centro per anziani nell’edificio dell’ex-biblioteca civica Gallino
8) Realizzazione di un asilo nido nell’ex scuola di via Pellegrini
9) Realizzazione di un nuovo ascensore tra via Cantore e Villa Scassi
Questo per maggiore informazione ai lettori, visto che nell’articolo del sito del Comune alcuni interventi non sono stati citati. Invitiamo i lettori che vogliono maggiori dettagli sulla realizzazione, i costi e i tempi del cantiere dell’ascensore Cantore-Scassi a leggere gli articoli di Gino Dellachà e Marco Bonetti sull’ultimo numero del Gazzettino di dicembre 2016 a pag. 3 http://www.seseditoria.it/gazzettino/dicembre_16bassa.pdf

Stefano D’Oria

Gli assessori alla mobilità Anna Maria Dagnino e ai lavori pubblici Giovanni Crivello, insieme al presidente del Municipio Centro Ovest Franco Marenco, hanno effettuato questa mattina (27 dicembre 2016, ndr) un sopralluogo per verificare insieme ai tecnici lo stato di avanzamento dei lavori in vista dell’inaugurazione dell’ascensore di Villa Scassi.
La linea, fortemente richiesta dai cittadini di Sampierdarena e voluta dall’Amministrazione comunale, sarà in funzione da giovedì 29 dicembre (è prevista una visita riservata alla stampa alle ore 11) e permetterà di collegare via Cantore con corso Scassi consentendo in una sola ora di trasportare 420 persone (14 le corse previste in 60 minuti) e unendo, in ottanta secondi, la parte bassa con la parte alta del popoloso quartiere dove – lo ricordiamo – è operante l’ospedale della Asl 3.
Il percorso – che si sviluppa per un totale di 135 metri, di cui 95 in orizzontale (il rimanente tratto è inclinato) – copre un dislivello di quasi trenta metri.
L’opera è stata possibile grazie ai finanziamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013 (3 milioni e 200 mila euro) e a uno stanziamento di un milione e 800 mila euro del Comune di Genova. Questo è l’ultimo intervento del POR, Programma operativo regionale 2007-2013, dedicato a Sampierdarena grazie al quale si sono effettuati altre opere in via Buranello, via Pellegrini, piazza Vittorio Veneto, via Daste, via Cantore, palazzo del Muncipio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.