I giardini del “Fossato”, belli ma dimenticati

Un gruppo di abitanti dello storico quartiere del “Fossato” ci ha contattato per segnalare una situazione da molto tempo nota ma sostanzialmente ferma, ossia lo stato di semi abbandono nel quale versano i giardini “a terrazze” che si trovano compresi tra i civici dal 60 al 70 nella parte inferiore e quelli tra il 74 e l’80 della parte superiore. Il problema è ben conosciuto dal Municipio, ma al momento nulla è stato disposto, adducendo le consuete motivazioni di mancanza fondi ecc.  Sta però prendendo forma un gruppo di cittadini, radunati su iniziativa del giovane Andrea Ferrari, che vorrebbero avere “in affidamento” quegli spazi rendendosi disponibili a gestirne la manutenzione ordinaria supportati dalla Municipalità almeno con semplici sussidi necessari a tutto questo. Si stanno perciò raccogliendo firme e disponibilità di persone affinché quell’area sia utilizzata nel modo migliore, tornando ad essere un polmone verde e tenuto in modo ordinato fruibile per tutti, a cominciare dai bimbi della zona che difficilmente trovano spazi adatti per loro. Si è pensato anche ad uno spazio dedicato agli amici a quattro zampe, considerando che numerosi sono i cani e relativi padroni. Oggi, venerdì 24 marzo 2017, si sono mossi i primi passi raccogliendo già firme ed adesioni, e si proseguirà nei prossimi giorni. Il Gazzettino sarà sicuramente a fianco di questi volontari, come sempre ha fatto nei confronti di iniziative di interesse sociale.

Pietro Pero

3 pensieri riguardo “I giardini del “Fossato”, belli ma dimenticati

  • 26 Marzo 2017 in 11:44
    Permalink

    Caro Pietro Pero,
    intanto grazie per la bellissima notizia della possibile nascita di un nuovo comitato di volontariato verde, che si andrà ad aggiungere ai già quasi 60 affidi presenti sul nostro territorio, ai quali, come di consuetudine, il Municipio fornisce il materiale necessario impegnando migliaia di euro ogni anno. I giardini del Fossato sono in carico ad Aster, che su disposizione del Municipio ha fatto un primo intervento qualche settimana fa, altri due sono previsti nelle prossime settimane per completare le potature e la messa in ordine, in quanto indicata come priorità. Concordo che dobbiamo fare di più per quella zona, nel frattempo attendo la richiesta del giovane Andrea Ferrari, per deliberare il prima possibile, come Giunta Municipale, l’affido dello spazio, mi auguro anche che porti a termine l’impegno preso mesi fa, per la gestione del nuovo campetto da basket realizzato all’interno del Parco della Nora, altra grande bella occasione.

    Con stima,

    Franco Marenco
    Presidente Municipio Centro Ovest

    Rispondi
  • 4 Aprile 2017 in 20:07
    Permalink

    Per fortuna il giovane Andrea Ferrari, con altre persone, si è preso la briga di farci vedere il degrado in cui versavano. A mio parere, se nessuno si faceva avanti, i giardini sarebbero ancora lì abbandonati e pericolosi.

    Rispondi
  • 2 Maggio 2017 in 19:45
    Permalink

    No comment. Sono assolutamente contrario agli affidi di aree pubbliche. La politica dei lucchetti e cancelletti imperversa. Chi ghê mê! È incredibile, che con tutte servitù (che portano gettito fiscale) di cui è schiava Sampierdarena, da palazzo tursi non si riesca (questa è inettitudine alla politica) ad assegnare budget da destinare ad un territorio che tanto offre (anche in termini salute e vivibilità) non solo alla città ma anche a livello nazionale. Fare politica significa fare scambi sociali gli affidi invece li fanno i curatori fallimentari.

    Saluti
    Stefano Fasoli

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.