Il Civ Il Rolandone si presenta (con Roland)

Il 25 gennaio una sala gremita di gente ha salutato la nascita del Civ il Rolandone, centro integrato di via molto ampio. Un’area che va da Piazza Montano a Piazza Masnata, lungo la direttrice di via Rolando comprese tutte le strade che vi confluiscono. La presentazione si è svolta presso l’Istituto Don Bosco e ha richiamato moltissimo interesse e partecipazione. A fare gli onori di casa il Dr. Maurizio Catena Presidente del Civ, affiancato da Barbara Saraceno che ricopre il ruolo di Tesoriere. Tra gli invitati l’assessore al Turismo, Commercio e Artigianato Paola Bordilli, l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Paolo Fanghella, la Presidente territoriale CNA Paola Noli, il Presidente Confesercenti Massimiliano Spigno, Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Alberghiero Bergese Angelo Capizzi. E proprio gli allievi del Bergese si sono occupati dell’accoglienza e catering, dall’aperitivo di benvenuto al ricco e stuzzicante buffet di fine serata. Davvero una bella festa, iniziata con i saluti e alcune notizie riportate da Paola Bordilli secondo la quale l’assessorato starebbe lavorando ad un bando per l’assegnazione di contributi finanziari alle attività commerciali virtuose. Ed è allo studio anche la revisione dello strumento dei Patti d’Area da applicare anche a San Pier d’Arena (se ne parla dal 2013 ndr). Un incontro con tutti i Civ presenti a San Pier d’Arena è poi previsto entro la prima metà di febbraio. L’assessore ai Lavori Pubblici Fanghella ha assicurato il massimo ascolto dei cittadini per la realizzazione di progetti partecipati e in quest’ottica il Civ è un ottimo interlocutore. Grande soddisfazione per Maurizio Catena, neo presidente del Civ Il Rolandone che ha per prima cosa presentato la squadra. Il vice presidente è Gian Franco Medone. Tesoriere Barbara Saraceno. I consiglieri sono Michela Fucile, Giuseppe Garretto, Roberta Leoncini, Cristina Rogna. Con l’aiuto di alcune slides, si è passati all’illustrazione del progetto. “Il nostro Civ mette insieme commercianti ed artigiani, Confesercenti e CNA. Nasce dalla recente esperienza di un gruppo di commercianti che, come Civ provvisorio, hanno ben lavorato organizzando eventi che hanno vivacizzato il quartiere”. Ora si inizia ufficialmente e alla grande. Maurizio Catena non è di San Pier d’Arena ma ci lavora. Da dieci anni si occupa dell’attività di famiglia – Pasta fresca e gastronomia Assirelli. Ma ha alle spalle quarant’anni di informatica, ha fondato e guidato diverse aziende. Ha “le mani in pasta” (il modo di dire calza perfettamente!) con Confesercenti e Cna ma soprattutto “ho gli agganci giusti, e un’amministrazione che finalmente ci ascolta”.Compito del Centro Integrato di Via sarà far rifiorire il commercio in una zona dalle grandi potenzialità. Ci saranno collaborazioni con l’istituto Don Bosco, prezioso alleato. Continua Catena: “Nei nostri confini ha sede il migliore liceo classico di Genova, il Mazzini, che è anche linguistico. Si sfrutterà pure questa risorsa. Abbiamo programmi ambiziosi. Voglio fermare e combattere il degrado, lavorerò sul rispetto delle regole, parlerò con le comunità straniere. I colleghi mi hanno dato molta fiducia. In poco tempo abbiamo raggiunto i settanta associati e altri ne acquisiremo. C’è molto interesse e curiosità per i nostri progetti, tant’è vero che ne faremo anche una presentazione alla popolazione residente. Dicevamo lotta al degrado e sicurezza: abbiamo le istituzioni e le forze dell’ordine pronte a collaborare. Spingeremo affinchè le nostre vie siano meno buie, mi batterò per la pulizia e il decoro urbano. Gli obiettivi? Aggiungere nuove attività produttive sul territorio, pensare ad introdurre realtà in franchising, brand molto conosciuti. Per far rivivere la zona spingerò per l’insediamento in loco di attività di servizio al cittadino, servizi amministrativi, sanitari…qualcosa che crei un flusso di persone. Altri propositi: il rispetto dei Patti d’Area (qualora venissero applicati), verifica e controllo delle licenze commerciali, creazione di eventi tematici di qualità. E poi mercatini con banchi selezionati, un programma di festeggiamenti in occasione delle festività tradizionali. Soprattutto si farà in modo che le attrazioni siano equamente distribuite all’interno dell’area Civ. Infine vorrei aprire un dialogo con gli ambulanti che frequentano il mercato del martedi e del giovedi”. Il programma è molto ambizioso. L’entusiasmo di Maurizio Catena è contagioso e fa ben sperare. Ed ecco che sul finale arriva la scommessa più grande: “Mi batterò affinchè la rimessa Amt venga spostata altrove e l’area sia destinata a parcheggi auto”. In effetti quando fu deliberata la parziale pedonalizzazione di via Rolando, si parlò anche della creazione di un’area di parcheggio ma a tutt’oggi il problema resta irrisolto. e, si sa, non saper dove parcheggiare l’auto allontana e scoraggia più di un acquirente. La serata è poi proseguita con un graditissimo buffet. E in conclusione il Presidente: ” Grazie ai ragazzi dell’Istituto Bergese, alla loro bravura e disponibilità. E grazie alla preziosa collaborazione dell’Istituto Don Bosco”. A sorpresa irrompe nel salone il panda Roland, la mascotte de Il Rolandone, che si lascia fotografare come una vera star. Ottima partenza per il Civ Il Rolandone. L’avvio del 25 gennaio ha tutta l’aria di un successo annunciato e anche tanto meritato.
Marilena Vanni

Un pensiero su “Il Civ Il Rolandone si presenta (con Roland)

  • 26 Gennaio 2018 in 22:18
    Permalink

    Un sincero in bocca al lupo a tutti e un sincero grazie per quanto avete fatto, fate e farete.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.