Gazzettino Sampierdarenese

Il mensile di San Pier d'Arena online

Idomeneo, un’attesa lunga 243 anni

Feb 1, 2024

Quinto titolo in cartellone della Stagione Lirica 2023-2024, Idomeneo, dramma per musica in tre atti di Wolfgang Amadeus Mozart, in prima esecuzione assoluta a Genova, andrà in scena venerdì 16 febbraio alle ore 20.00, con repliche domenica 18 alle ore 15.00, venerdì 23 alle ore 20.00 e domenica 25 alle ore 15.00. Tredicesima fatica del genio salisburghese, composta tra il 1780 e il 1781 su commissione del principe Carlo Teodoro di Baviera. La stesura del libretto venne affidata all’abate Gianbattista Varesco, cappellano dell’arcivescovo di Salisburgo, che trasse ispirazione dalla tragédie-liryque Idoménée di Antoine Danchet, musicata da André Campra nel 1712. L’opera riscosse successo sin dalla prima rappresentazione, avvenuta a Monaco nel gennaio del 1781: fu la grande consacrazione di Mozart, allora venticinquenne, nell’ambito dell’opera seria. Il libretto racconta la storia di Idomeneo, re di Creta di ritorno in patria dopo la caduta di Troia, e del figlio Idamante. Le tematiche principali sono profondamente radicate nella letteratura e nella mitologia greca: si affrontano in complicato legame padre-figlio, gli amori contrastati dalle contingenze politiche, il rapporto tra uomini e dei. Nella composizione Mozart ebbe come principale riferimento l’opera seria italiana, dalla quale riprese la struttura fondata sull’alternanza tra arie e recitativi. Nonostante la fedeltà al modello, il compositore inserì diversi momenti orchestrali e corali, con una predilizione per il recitativo accompagnato, distaccandosi dall’impostazione metastasiana e creando alcune tra le pagine più intense nella storia dell’opera seria. Sul podio, Riccardo Minasi, direttore musicale del Teatro, con la regia di Matthias Hartmann, le scene di Volker Hintermeier e i costumi di Malte Lubben. A dare vita e voce ai protagonisti dell’opera saranno: Antonio Poli (Idomeneo), Cecilia Molinari (Idamante), Benedetta Torre (Ilia), Lenneke Ruiten (Elettra), Giorgio Misseri (Arbace), Blagoj Nakoski (gran Sacerdote), Ugo Guagliardo (voce di Nettuno), Lucia Nicotra/Maria Letizia Polpini (due cretesi), Damiano Profumo/Franco Rios Castro (due troiani).

gb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.