Soffocati dalla parietaria

Ormai siamo in una situazione davvero pesante, e quelli che soffrono maggiormente sono gli allergici alla parietaria, mentre per gli altri c’è solo il fastidio di vedere ogni angolo dei marciapiedi invasi dalla pianta così comune e così prolifica. Il Comune ne ha sospeso da tempo l’estirpazione e non viene nemmeno più eseguita la bonifica che in passato consisteva in addetti che passo passo percorrevano le strade irrorando con liquido particolare i cespugli. Forse lo fanno ancora nelle cosiddette zone “bene”(Albaro, Castelletto, ecc.) ma qui da noi c’è la solita desolazione. La situazione sta suscitando da settimane continue proteste e segnalazioni da parte dei cittadini, istanze alle quali solitamente non viene data alcuna risposta salvo qualche sconsolato commento. Di fatto, oltre al fastidio si percepisce una sensazione di abbandono, forse ancor più negativa delle allergie. Speravamo che le imminenti elezioni servissero da pungolo, ma stiamo constatando che si parla con toni ampollosi e con molto velleitarismo, mentre la gente continua a vivere sempre peggio e nemmeno puliscono i marciapiedi per farla passeggiare; però ci informano che è sempre colpa di qualcun altro, e che una volta eletti… faranno sfracelli. Di chi e di che cosa attendiamo sapere, con una punta di noia.

Pietro Pero

3 pensieri riguardo “Soffocati dalla parietaria

  • 4 Maggio 2017 in 07:11
    Permalink

    Conferma: prendendo semplicemente un autobus che va in centro ed osservando i marciapiedi, si nota come la “foresta incolta” di parietaria sia limitata sostanzialmente (salvo normali cespuglietti) alla solita zona che inizia dal Matitone e va verso ponente, cioè la nostra. Anche in occasioni precedenti (malservizio AMIU) era successa la stessa cosa. A questo punto i casi sono due: o abbiamo incapaci che se ne occupano o ce l’hanno con noi.
    P.P.

    Rispondi
    • 9 Maggio 2017 in 13:50
      Permalink

      Si, Pietro hai ragione, io poi la guardo sempre, non solo perché devo guardare per terra per camminare senza cadere, ma anche perché mio figlio soffre di allergia a questa erba e fa una vita terribile quando inizia la primavera in poi.
      Anna Itri

      Rispondi
  • 4 Maggio 2017 in 07:53
    Permalink

    Perchè il G.S. non si fa promotore di un referendum per ripristinare il Comune di San Pier d’Arena?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.