“Ritratti Americani”, grande musica ai Parchi di Nervi

Una serata dedicata all’esplorazione degli universi musicali di George Gershwin e di Leonard Bernstein, in cui musica classica, jazz, il grande sinfonismo e le avanguardie europee si incontrano, dialogano e si fondono assieme in due stili musicali distinti e inconfondibili, ma legati da innumerevoli “affinità elettive”, sullo sfrondo del melting pot culturale americano in continua trasformazione durante la prima metà del Novecento: questo è “Ritratti Americani”, secondo appuntamento del Nervi Music Ballet Festival 2022, in scena venerdì 1 luglio, alle ore 21.15, a Villa Grimaldi Fassio ai Parchi di Nervi. Protagonisti della serata il direttore inglese Wayne Marshall alla testa dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice, in un concerto che si apre con gli ironici e festosi squilli di tromba dell’ Ouverture del musical “Strike Up the Band”, del 1927, su libretto di Ira Gershwin da un testo di tono satirico di Morrie Ryskind, a sua volta ispirato da un racconto originale di George S. Kaufman. Segue “An American in Paris”, sottotitolato A Tone Poem for Orchestra, ma da Gershwin stesso definito un “balletto rapsodico”; la prima delle opere puramente orchestrali di Gershwin, con una partitura ricca di armonie e uno “spirito” jazz. A seguito “Symphonic Dances da West Side Story” di Leonard Bernstein, che emergono dalla versione cinematografica del musical assurgendo nel 1960 a brano sinfonico dotato di una propria autonomia, destinato a fare parte del grande repertorio sinfonico americano della seconda metà del Novecento. Il programma prosegue con l’Ouverture dal musical “Girl Crazy”, presentato in prima assoluta a New York nel 1930 e seguito da oltre 270 repliche. La serata si chiude con il brano strappa applausi “Cuba Overture”. Con il titolo originario Rumba, fu eseguita per la prima volta allo Lewisohn Stadium di News York, nel 1932, davanti a un pubblico di oltre 17.000 spettatori; fu uno dei più trionfali debutti di Gershwin in termini di recensione di pubblico e critica.

gb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.