Gazzettino Sampierdarenese

Il mensile di San Pier d'Arena online

A passeggio con zaino “targato”, multato in via Garibaldi

Ago 7, 2013

Realmente incredibile questo episodio, figlio di una burocrazia esasperata e di disattenzione umana. Un ventenne genovese si è visto recapitare a casa un verbale, redatto dalla Polizia Municipale per essere transitato con un ciclomotore nella zona a traffico limitato in via Garibaldi. Nulla di strano, se non fosse che il motoveicolo era stato venduto un paio di anni prima e che la targa, che nel caso dei ciclomotori risulta essere un documento personale era stata trattenuta per utilizzarla eventualmente su un altro mezzo, cosa però non ancora avvenuta fino a quel momento. La madre del giovane ha subito pensato ad una bravata del ragazzo, ad esempio l’aver applicato la targa al motorino di un amico; ricevute ampie rassicurazioni da parte del figlio che ciò non fosse avvenuto, la donna si è recata al Comando della Polizia Municipale al Matitone per avere delucidazioni e chiedere una copia della foto che ritraeva il mezzo sanzionato. Il mistero è stato svelato al momento di stampare la foto, preannunciato dall’espressione allibita e imbarazzata del Vigile a cui si era rivolta la donna; effettivamente la foto ritraeva la targa di loro proprietà ma non su un mezzo a due ruote, ma “a due gambe“. Il ragazzo, infatti, aveva applicato la targa sullo zaino che usava per andare a scuola e transitando a piedi in via Garibaldi era stato considerato dall’apparecchiatura che rileva le infrazioni alla stregua di un veicolo a motore privo di permesso di transito. Fin qui nulla di strano. La stranezza sta nel fatto che al momento di rilevare e inviare la contestazione, nessuno si sia accorto che la piccola targa faceva mostra di se su uno zaino in spalla ad un pedone. “Una cosa incredibile” ci dice la mamma del giovane, la signora V.B. “Ho dovuto prendere un permesso dal lavoro e perdere una mattinata al Comando dei Vigili, per scoprire poi a quali estremi possa arrivare la burocrazia“. La donna ha ovviamente fatto ricorso ed è praticamente scontato che venga accolto. Resta il fatto che con un minimo di attenzione in più si sarebbero potute evitare inutili discussioni familiari e perdite di tempo ai danni di un cittadino.
Nicola Leugio

1 commento su “A passeggio con zaino “targato”, multato in via Garibaldi”
  1. Solo a Genova possono succedere queste cose… basta burocrazia! Questa è una bellissima iperbole dell’oppressione burocratica sui cittadini… Ormai non siamo piu’ persone siamo numeri!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.